Progetto

Originale nella soluzione compositiva che combina innumerevoli variazioni geometriche con un inedito accostamento in bianco e nero, la pavimentazione si propone come elemento unificante nella diversità. Il rivestimento ceramico mette in connessione tra loro i vari spazi espositivi descrivendo un percorso funzionale e decorativo che traduce l’andamento curvilineo del soffitto in una sorta di sismografo: un segno grafico deciso, capace di incidere il piano orizzontale per trasmettere movimento e profondità alla superficie in una varietà di formati che dilatano la percezione spaziale.  

Autori

Graziano Facchini CST srl - GruppoFINIM