Come posare il gres porcellanato effetto legno

27 Dicembre 2020

Come posare il gres porcellanato effetto legno

Puntare sul gres porcellanato effetto legno quando si decide di realizzare un nuovo pavimento in casa è sicuramente una fra le scelte più interessanti, funzionali e contemporanee possibili. Questo tipo di gres rappresenta infatti la soluzione perfetta se si desidera creare ambienti che siano caldi e al contempo anche estremamente pratici. Il gres porcellanato effetto legno, infatti, non è soltanto una valida alternativa al parquet, ma anche una perfetta soluzione per dare qualità e atmosfera agli ambienti senza dover incorrere nei frequenti problemi di manutenzione legati al legno.

Pavimento: Geowood Koa

Cosa valutare prima di scegliere la posa

Versatile e dinamico, anche dal punto di vista compositivo, il gres effetto legno apre a diverse soluzioni di posa. Posa che va sempre valutata bene in fase di progettazione - così come nel caso di altre superfici - considerando con grande attenzione alcuni punti fondamentali legati alle dimensioni dello spazio, alle fonti luminose naturali presenti (finestre, porte finestre…) e al tipo di stile di arredo che si vorrà poi dare all’ambiente, considerando anche i relativi colori per le pareti. Temi importanti, utili per valutare bene fin dal cantiere, il tipo di effetto legno da acquistare che potrà essere: chiaro o scuro nel colore, con un effetto venatura più o meno marcato e, proprio riguardo la posa, con dei listoni lunghi o corti a seconda del tipo di effetto finale che si desidera realizzare.

Lo spazio conta

Sia la scelta del colore/effetto legno, sia la scelta del formato saranno centrali sul tipo di posa che si andrà a realizzare. In modo particolare, formati con listoni più piccoli apriranno a soluzioni di posa più articolate, come per esempio la posa a quadrati o le gettonatissime spine di pesce, italiana o la più articolata spina di pesce ungherese e francese, mentre listoni più grandi saranno indicati per pose in diagonale, ma anche per le più comuni combinazioni di pose dritte.

Posa a quadri: Parchi Yellowstone
Posa dritta con listoni Geowood Amazique
Posa dritta con listoni Geowood Iroko

Riguardo il colore del gres porcellanato effetto legno questo andrà sempre commisurato alle dimensioni dell’ambiente di cui si dispone (uno spazio ampio e luminoso lascerà una maggiore libertà cromatica) ma anche al tipo di stile d’arredo che si darà all’ambiente una volta completato. Gres effetto legno più chiari, naturali, o addirittura bianchi, apriranno il campo a combinazioni d’arredo più legate allo stile nordico o a stili di tendenza come il boho chic, combinazioni più scure e ricche di venature saranno ideali per ambienti più classici e tradizionali mentre, articolazioni cromatiche più sature e legate a colori importanti come il grigio, saranno il canovaccio perfetto per realizzare ambienti importanti, caratterizzati da stili più essenziali e contemporanei.

Pavimento: Planks Beige Rivestimento del camino: Planks Bianco
Pavimento: Geowood White Oak
Pavimento: Tavolato Marrone Scuro

Le pose del gres porcellanato effetto legno

Fra le pose più utilizzate quando si parla di gres porcellanato effetto legno troviamo sicuramente due pose classiche come la posa dritta e la posa in diagonale e altre più articolate e “creative”.

La posa dritta, da scegliere parallela al lato corto o parallela al lato lungo (a seconda delle dimensioni e della profondità dell’ambiente), è fra le più facili da realizzare, ideale per valorizzare l’illuminazione naturale potrà essere realizzata con listoni più o meno grandi (anche intervallando dimensioni diverse) e sarà perfetta per esaltare le venature del pavimento; altra posa classica è la posa diagonale, da realizzare con listoni più o meno grandi, posati a 45° rispetto alle pareti, sarà ideale per arricchire contesti storici, stanze ampie e situazioni in cui ci si trova ad avere delle pareti fuori squadra.

Posa Diagonale: Planks Bruno
Posa dritta: Geowood Iroko

A queste due pose più “tradizionali” fanno eco soluzioni meno scontate e più articolare come la posa a spina di pesce, nelle varianti italiana, francese e ungherese e la posa a quadrati orizzontale o diagonale. Nella posa a spina di pesce italiana, fra le più comuni e adoperate, i singoli elementi vengono disposti a 90°a creare un gioco dal grande effetto scenografico.

Oltre alla spina italiana troviamo anche la spina ungherese o spina francese (tipica nel legno di ambienti di particolare prestigio e oggi diffusa anche per le pavimentazioni ceramiche) si caratterizzata per il taglio a 45 °delle lastre rettangolari e permette di creare un forte effetto simmetrico altrimenti non presente nella posa classica. Conosciuta anche come posa Chevron si adatta molto bene agli interni più moderni arredati in stilescandinavo o nell’attuale stile industrial.

Pavimento a spina di pesce Chevron: Country Wood Tortora

Ultima, e non meno interessante è la posa a quadrati in orizzontale o diagonale, da realizzare con lastre di piccoli formati, è estremamente caratterizzante e connotante, ragione per cui è da preferire per spazi luminosi e molto ampi da completare e arredare con uno stile contemporaneo.

Posa a quadri: Tavolato Marrone Chiaro
Posa a quadri: Ulivo Listelli Panna
Posa a quadrati: Parchi Sequoia

Flag of Germany