Villa Rihana: un progetto ispirato dalla vista dell’orizzonte sul mare

Villa Rihana: un progetto ispirato dalla vista dell’orizzonte sul mare

Il progetto si caratterizza per l’ampio utilizzo del gres porcellanato nella pavimentazione esterna, dove la collezione Pietra di Baugè, nella colorazione Beige ne è protagonista, con posa a secco su ghiaia, in incollaggio su massetto e con posa sopraelevata per esterno.

Ci troviamo nella mitologica e magica isola di Malta, in un sito isolato e lontano dai centri urbani dove la vista si perde nell’orizzonte per ammirare il mare.

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

L’intervento di riqualificazione funzionale, estetica ed energetica di questa casa unifamiliare e dei suoi spazi esterni di pertinenza, è stato affidato allo PERALTA  Design & Consulting.

I principali interventi hanno previsto la demolizione dei muri di recinzione molto vicini al fabbricato e l’annessione allo stesso di nuove aree esterne di pertinenza, recintate con muri bassi realizzati a secco secondo la tradizione maltese, con il risultato di esaltare le viste spettacolari verso il contesto circostante e il mare; la realizzazione di un giardino mediterraneo con la piantumazione di alberi di ulivo, carrubi ed essenze arbustive locali e tipiche della macchia mediterranea; la realizzazione di un involucro altamente prestazionale con vetrate e finestre a taglio termico caratterizzate da vetri performanti, con superfici opache e l’inserimento di un nuovo volume in copertura ed una nuova distribuzione interna che consente alla zona giorno di ampliarsi ed espandersi verso gli spazi di pertinenza esterni e verso il giardino.

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

La spettacolare vista sul mare ha suggerito di completare l’edificio con l’inserimento di due “piani orizzontali” dalla forma regolare, paralleli alla linea dell’orizzonte: nella parte superiore con l’aggiunta di una copertura a sbalzo e nella parte inferiore con la realizzazione di un “plateau” quasi sospeso sul paesaggio circostante.

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

La copertura a sbalzo avvolge, lega e collega tutti i volumi e tutti gli spazi interni ed esterni dando una nuova immagine d’insieme; la copertura si presenta in alcuni tratti con sbalzi contenuti ed in altri con sbalzi significativi (circa 5 metri), in alcuni tratti solida ed in alcuni aperta, per poi continuare virtualmente nella chioma degli ulivi secolari del giardino adiacente. Tutto ciò permette di generare nuovi spazi coperti all’aperto, fruibili e riparati dagli agenti atmosferici e dal forte irraggiamento solare, di incorniciare spettacolari viste sul paesaggio circostante e di integrare impianti speciali in maniera efficiente e contemporaneamente discreta (luci, casse audio e telecamere di video sorveglianza).

Il “plateau”, anch’esso di forma pressoché quadrata, definisce le aree di pertinenza della villa fruibili nella quotidianità e si presenta quasi sospeso sul paesaggio circostante sui lati Est e Sud-Est, intercetta la piscina del tipo “infinity pool” sul lato Nord e Nord-Ovest e sul lato Ovest e Sud-Ovest, si affaccia sul giardino piantumato con grandi alberi di ulivo e arbusti tipici della macchia mediterranea.

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

Nella pavimentazione esterna, il progetto si caratterizza per l’ampio e differente utilizzo che viene fatto delle lastre in gres porcellanato effetto pietra della collezione Pietra Baugè Beige nel formato 60x60 cm e spessore 20 mm, posate a secco su ghiaia in adiacenza al giardino, incollate su massetto nel “plateau” e posate su piedini in plastica nella realizzazione della copertura ventilata della terrazza e del tetto.

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

Pietra Baugè Beige posata su ghiaia con bordo a mezzo tondo in corrispondenza dei tagli

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

Pietra Baugè Beige incollata su massetto nel “plateau”

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

Una serie di pezzi speciali ha consentito la realizzazione di dettagli eleganti tra cui le lastre con bordo a mezzo tondo in corrispondenza dei tagli sul pavimento per la raccolta delle acque meteoriche ed il convogliamento verso il serbatoio di raccolta, i pezzi speciali assemblati per i gradini, per i bordi del “plateau” e per il bordo a sfioro della piscina realizzati con pezzi con taglio a 45 gradi incollati a 90 gradi fuori copertura.

Bordo del plateau e lastre con bordo a mezzo tondo 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

Bordo a sfioro

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

Gradini Assemblati

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

Le lastre in gres porcellanato della collezione Pietra Baugè sono state scelte per le eccezzionali caratteristiche di resistenza alla scivolosità, alle macchie, all’usura e all’abrasione, all’attacco chimico e al sale marino, al gelo, agli sbalzi termici e alla flessione oltre che alla qualità estetica, che le rende in grado anche di accostarsi in modo armonico con altre tipologie di materiali come la pietra dei muretti a secco maltesi, l’acciaio corten, la ghiaia silicea, la pacciamatura in corteccia, gli arbusti del mediterraneo e l’acqua della piscina, contribuendo in modo significativo al successo dell’opera e al suo inserimento in un contesto di particolare valore paesaggistico.

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

PH: @Alessandro Peralta (Ales&Ales)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Flag of Germany