Informiamo che in questo sito sono utilizzati “cookies tecnici” necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche “cookies di analisi” per elaborare statistiche e “cookies di terze parti”.

Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l’informativa estesa (Clicca qui).

Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies Accetto.

Tu sei qui

  • Condividi
  • Rivenditori
Swimming Pool

Presentazione

Il sistema TACTILE (patent n. 00237769) è un linguaggio speciale, impresso su piastrelle in Gres Fine Porcellanato "GRANITOGRES", in grado di garantire una maggiore autonomia e sicurezza ai disabili visivi nei loro spostamenti. 
Gli elementi modulari della pavimentazione sono articolati in codici informativi di semplice comprensione, che forniscono indicazioni direzionali e avvisi situazionali attraverso quattro differenti canali:

  1. il senso tattile plantare
  2. il senso tattile manuale (attraverso il bastone bianco)
  3. l'udito
  4. il contrasto cromatico, o, più esattamente, di luminanza (per gli ipovedenti)

La realizzazione di sistemi atti a favorire la motilità, attraverso la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo da parte dei disabili visivi, rappresenta un obbligo di legge, così come ribadito all'art. 1 del D.P.R. 24 luglio 1996 n. 503, che specifica meglio quanto già enunciato nella "Legge-quadro sull'handicap" del 5 febbraio 1992 n. 104,relativamente alla eliminazione delle barriere architettoniche. 
Il sistema di guida "artificiale" TACTILE si affianca ed è complementare rispetto al sistema di guide "naturali" che è costituito da quelle particolari conformazioni dei luoghi (muri, marciapiedi, cordoli, siepi, aiuole, echi sonori...) che consentono al disabile visivo di orientarsi e di proseguire la sua marcia senza bisogno di altre indicazioni.

La Normativa Italiana

Alcuni articoli tratti dal D.P.R. 503/96

Art. 1.2.c "Per barriere architettoniche si intendono: la mancanza di accorgimenti e segnalazioni che permettono l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo per chiunque e in particolare per i non vedenti, per gli ipovedenti e per i sordi".

Art 4 "I progetti relativi agli spazi pubblici e alle opere di urbanizzazione a prevalente fruizione pedonale devono prevedere almeno un percorso accessibile in grado di consentire...l'uso dei servizi, le relazioni sociali e la fruizione ambientale anche alle persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale".

Art. 7.1 "Per le scale e le rampe valgono le norme contenute ai punti 4.1.10 del decreto del Ministro dei lavori pubblici 14 giugno 1989, n. 236" Il D.M. richiamato precisa nell'art. 4.1.10.6:" Le rampe di scale devono essere facilmente percepibili anche per i non vedenti" e nell'art. 8.1.10 "....Un segnale al pavimento (fascia di materiale diverso o comunque percepibile da parte dei non vedenti), situato almeno 30 cm dal primo e dall'ultimo scalino, deve indicare l'inizio e la fine della rampa". 

Art. 13.3 "Per gli spazi esterni di pertinenza degli stessi edifici, il necessario requisito di accessibilità si considera soddisfatto se esiste almeno un percorso per l'accesso all'edificio fruibile anche da persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale.

Prodotti

  • Budapest
    Budapest
    Shanghai
    Shanghai
  • Rosso Madrid
    Rosso Madrid
    Giallo Ocra
    Giallo Ocra
  • Bianco Avorio
    Bianco Avorio

Pezzi Speciali

20x20 righe

30x30 diagonale

30x30 diagonale/tondi

30x30 tondi

30x30 Rettilineo

20x20 13 tondi

20x20 12 tondi

Codici Base

Diritto Codice di Direzione Rettilinea
E' costituito da una serie di scanalature parallele al senso di marcia, la cui forma trapezoidale e i cui rilievi sono stati appositamente studiati per la migliore riconoscibilità, anche tramite il bastone bianco; esso è realizzato con l'impiego di 2 piastrelle (art. 30x30 Rettileneo) che formano una larghezza del percorso di cm 60.

La lunghezza del percorso varia secondo le necessità.

 

Stop Codice di Arresto-Pericolo
È costituito da una serie di calotte sferiche disposte a reticolo diagonale, avvertibili sotto i piedi in modo da rendere scomoda una prolungata permanenza sopra di esse.
Il segnale è composto da 2 piastrelle (art. 20x20 12 tondi e art. 20x20 13 tondi) posate alternativamente per formare una profondità di cm 40 e una larghezza minima di cm 60.

Codici Complementari

Svolta ad L

Codice di Svolta Obbligata ad L
E' un quadrato di cm 60 di lato, diviso in due triangoli di cui uno contiene scanalature inclinate di 45° rispetto a quelle del Codice di Direzione Rettilinea, il secondo invece contiene le calotte sferiche che indicano una zona di pericolo o da non impegnare.
Il formato delle piastrelle è di cm 30x30.
Il Codice viene composto accostando quattro piastrelle recanti tre differenti finiture superficiali (art. 30x30 tondo, art. 30x30 diagonale/tondi e art. 30x30 diagonale).

 

Incrocio a T

Codice di incrocio a T
È costituito da una superficie bollettonata di forma quadrata, di cm 60 di lato, realizzato con 9 piastrelle (art. 20x20 borchie).

 

 

Codice di Attenzione - Servizio

Codice di Attenzione-Servizio: è costituito da una striscia di cm 40 di profondità, con superficie fittamente righettata in senso perpendicolare alle scanalature del Codice Rettilineo; la larghezza eccedente i cm 60 del percorso rettilineo viene fatta sporgere in direzione del servizio o dell'oggetto adiacente al percorso stesso su cui si vuole richiamare l'attenzione. Il codice è realizzato con l'impiego di piastrelle di cm 20x20 (art. 20x20 righe).

 

Codice di Pericolo Valicabile: è costituito dalla combinazione di due codici, una striscia di Codice di Attenzione-Servizio di cm 20 (art. 20x20 righe) seguita immediatamente da una striscia di Codice Arresto-Pericolo, anch'essa di cm 20 (art. 20x20 12 tondi e 20x20 13 tondi alternati); si pone a protezione di una zona che deve essere impegnata con molta cautela (un attraversamento pedonale o una scalinata in discesa).

 

 

Esempio di Percorso

Raccomandazioni per la Messa in Opera

I singoli articoli che compongono il sistema Tactile vengono venduti al pezzo. Per ottenere un perfetto risultato finale, si consiglia di fare particolare attenzione alla posa, che deve essere fatta a regola d'arte, senza fughe e deve assicurare una ottima complanarità delle piastrelle. Tenuto conto dello spessore relativamente sottile delle piastrelle, occorre murare o incollare le stesse su un idoneo massetto, come previsto per qualsiasi pavimentazione in ceramica (vedere istruzione di posa sul "Decalogo" Granitogres. Il Decalogo è richiedibile gratuitamente inviando una richiesta scritta).

Il percorso guida per non vedenti in Granitogres rappresenta la soluzione ideale per impieghi negli ambienti pubblici, come stazioni, aeroporti, metropolitane, centri commerciali, piazzali, marciapiedi, ecc..

Tutte le piastrelle della linea Granitogres, infatti, sono resistenti all'usura e all'abrasione, sono totalmente ingelive, antisdrucciolo (nella idonea superficie) e di facile pulizia (anzi maggiore è il traffico cui il pavimento è sottoposto, maggiore diventa la sua pulibilità).
Dato che le possibilità di impiego del sistema Tactile sono numerose, il progettista si può rivolgere all'ufficio tecnico della Casalgrande Padana che è in grado di offrire la consulenza completa per la progettazione e installazione delle piastrelle. Anche la nostra rete commerciale, presente in tutti i principali paesi del mondo è a disposizione per qualsiasi necessità